La Bibbia e la lezione di Storytelling

12 Aprile 2020

Storytelling La Bibbia Barbara Oggero fotografa di storie

Quando penso a uno dei migliori esempi di storytelling mondiale mi viene in mente La Bibbia. In questo post ti spiego il perché.


La Bibbia è uno dei migliori esempi di storytelling mondiale. Lo dico senza rischiare di essere blasfema perché sull’argomento sono stati scritti fior fiore di studi e articoli. E anche nei discorsi di Papa Francesco si fa riferimento spesso allo storytelling come strumento narrativo.

LA SEQUENZA DEI FATTI

Perciò, leggendo La Bibbia ci si rende conto che la storia narrata segue sempre la struttura consolidata di:
equilibrio > rottura > peripezie > nuovo equilibrio.

È un continuo succedersi di fatti secondo questa sequenza, sia nell’Antico che nel Nuovo Testamento.
Lo è la storia di un popolo.
La storia di ogni personaggio.
La storia di un uomo che si è fatto agnello di Dio per togliere i peccati dal mondo.

Una storia che ha creato un gruppo, che è diventato un movimento. Ed è la più grande storia narrata al mondo perché i fatti sono stati strutturati e quindi raccontati per mostrare, emozionare, coinvolgere, comunicare, alleviare paure, rispondere a bisogni ed evangelizzare.

L’OBIETTIVO E IL MARKETING

Tutto ciò, credimi, ha poco a che fare con la fede e la spiritualità, che condivido seppure a modo mio. Ha a che fare con la sociologia, la psicologia sociale, la neuroscienza, la comunicazione e la narrativa. Si tratta di una straordinaria operazione di marketing scritta nel corso di 1500 anni, da più mani che avevano lo stesso obiettivo finale.

La Bibbia dimostra che fare storytelling non è il racconto narcisistico di sé, ma la narrazione di un evento, una situazione, un personaggio capace di cambiare o migliorare la vita. Non tua in quanto brand, ma di chi ti segue. Che diventa a sua volta protagonista di una grande narrazione collettiva. E che per seguirti sarebbe anche disposto ad attraversare più volte il deserto e le acque aperte di un mare.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter dove scrivo di comunicazione, storytelling e fotografia. Raccontando e fornendo spunti, sempre come una bella chiacchierata.

Newsletter

Ogni due mesi invio la newsletter dove scrivo di comunicazione, storytelling e fotografia. Raccontando e fornendo spunti, sempre come una bella chiacchierata.

Condividi articolo

Post correlati

Barbara Oggero

Barbara Oggero

Aiuto le attività imprenditoriali a comunicare e raccontarsi. I miei interessi e le competenze professionali sono evolute nel tempo ricoprendo ruoli professionali diversi che mi hanno portata a essere Consulente di Comunicazione e Immagine. Leggi di più

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.